Tesseramento e rapporti con Sez. Tesoreria
Ufficio Stampa
Posta elettronica certificata

Email: airvo@pec.it

Airvo - Associazione Italiana Rivenditori Veicoli d’Occasione logosmall

Associazione Italiana Rivenditori Veicoli d’Occasione

PSA – FCA: La Nuova Medaglia d’Argento nelle Autovetture

Cosa si nasconde  dietro l’intenzione del Gruppo PSA di fondersi con Fiat Chrysler Automobiles (FCA) così presto dopo che la casa automobilistica francese ha acquisito Opel / Vauxhall da General Motors. Quali sono le conseguenze per il mercato tedesco?

Soprattutto, la prevista fusione tra PSA e FCA porterebbe a una forte gamma di marchi. Il numero di marchi di autovetture e veicoli commerciali leggeri da trovare sulle strade tedesche ammonta a 15, di cui 13 ancora attivi – escluse le società di servizi, ricambi e logistica. Anche il gruppo VW è relativamente modesto, con i suoi nove marchi. Tuttavia, se tutti i marchi sopravviveranno o meno dipende dalle sinergie.

 

La nuova medaglia d’argento nelle autovetture

La nuova entità PSA-FCA si classificherebbe al secondo posto in Germania, con una quota di mercato del 13% in base ai dati attuali, leggermente in anticipo rispetto a gruppi come Daimler, BMW e Renault-Nissan. Questa è una prestazione impressionante, sebbene il Gruppo VW rimanga in vantaggio con una quota del 37%.

All’interno del segmento A, tuttavia, il gruppo PSA-FCA unito avrebbe battuto oggi la concorrenza di Wolfsburg quando contava tutte le Opel Adams, Karls e Fiat 500, nonché la Citroen C1 e Peugeot 108, rispetto alla VW up !, Skoda Citigo e SEAT Mii. Tuttavia sappiamo già che non tutti i modelli continueranno.

In termini di camper, che entrano nelle nuove immatricolazioni di autovetture in Germania, il futuro gruppo franco-italiano  avrebbe dominato il mercato con la Fiat Ducato e Citroen Jumper guadagnando una quota di mercato di oltre il 75%.

Ci sono pochi altri segmenti e modelli che si completano sensibilmente a vicenda. La quota combinata del 50% + delle registrazioni tattiche (al rivenditore, al produttore e ai canali di noleggio), che danneggiano i valori residui, influenzerà le prestazioni del gruppo PSA-FCA combinato a questo proposito.

 

Veicoli commerciali leggeri – vera grandezza

Ci sarà anche un grande impatto sui veicoli commerciali leggeri, che sono redditizi nonostante gli enormi sconti offerti ai clienti. La combinazione di Peugeot, Citroen, Opel, Fiat e Iveco competerebbe con VW e MAN per il secondo posto in Germania, sorpassando Ford e lasciando Renault-Nissan più indietro.

Aggiungendo la Fiat Doblo al proprio portafoglio, PSA avrebbe portato nel segmento dei furgoni di derivazione automobilistica, davanti al VW Caddy, così come nel segmento dei furgoni pesanti – davanti al VW Crafter e Ford Transit. Tuttavia, PSA-FCA sarebbe in ritardo rispetto ai modelli VW T6 / Transporter e Mercedes-Benz Vito nel segmento dei furgoni medi, nonostante offrisse i modelli Peugeot Expert, Citroen Jumpy, Opel Vivaro e Fiat Talento.

In Europa, PSA-FCA sarebbe il leader incontrastato del mercato dei veicoli commerciali leggeri, ma ciò si otterrebbe con una gamma di modelli ribaditi, che invariabilmente non sopravviverebbero.

 

Commercio e tendenze: rete e strategia

Il risparmio sui costi, nell’interesse della redditività, dovrebbe essere in cima all’agenda del PSA in quanto lotta con le sue nuove dimensioni. Le prime sinergie andranno sicuramente a beneficio dei costi di sviluppo, acquisto e produzione. Avranno ovviamente solo un impatto indiretto in Germania, ma si materializzeranno in seguito nelle strategie della piattaforma e nello sviluppo del motore, specialmente nella standardizzazione delle parti, nell’elettrificazione e nell’eliminazione dei modelli.

L’espansione, attraverso FCA, di PSA in Asia e in America avrà un interesse limitato per i tedeschi, ma avrà un impatto forte e immediato sulle reti di rivenditori e servizi di entrambe le società, con inevitabile razionalizzazione delle filiali e dei franchising.

Considerando le costose esperienze che PSA ha avuto con campagne di vendita ad alto volume, le vendite dirette dei modelli Fiat attraverso negozi di elettronica di consumo e catene di caffetterie potrebbero presto finire.

Ultimo ma non meno importante, il numero totale di circa 60.000 veicoli a noleggio è una sfida tanto per PSA-FCA quanto è uno strumento per influenzare il mercato. Le società di noleggio sono flessibili nell’acquisto di veicoli, anche se la domanda di noleggio non è presente e quindi i produttori possono utilizzare il canale di noleggio come valvola di sicurezza per gestire i livelli delle scorte. Tuttavia, ciò rappresenta anche una sfida per i valori residui se la quota di mercato è gonfiata e / o l’attualizzazione è elevata.